Seggiolini auto: normative

 

A partire dal 2015 è stato registrato un dato allarmante circa il numero di bambini tra gli 0 ed i 14 anni coinvolti in incidenti stradali che avrebbero potuto causare danni minori se gli stessi fossero stati assicurati negli appositi sistemi di ritenuta. Si intendono tali sia i classici seggiolino provvisti di schienale che i semplici rialzi, che consentono ai bambini di raggiungere la statura necessaria per poter indossare senza fastidi la cintura di sicurezza, ma che sono stati normati in maniera ben precisa a partire dal gennaio del 2017.

L’articolo 172 del codice della strada stabilisce che, oltre ad esservi l’obbligo per i passeggeri ed il conducente di indossare le cinture di sicurezza (anche nei sedili posteriori!), è necessario che i minori di statura inferiore a 150 cm vengano assicurati negli appositi sistemi di ritenuta. Ma non solo; è, infatti, necessario adoperare dei dispositivi che si adattino al peso ed alla statura del minore, in considerazione del fatto che non tutti i modelli sono uguali, così come evidenziano le tabelle comparative disponibili su Miglioreseggiolinoauto.

È fondamentale fare un cenno particolare sui rialzi; la normativa precedente li trattava al pari dei seggiolini, invece, con le norme vigenti a partire da Gennaio 2017 si è stabilito che questi possono essere adoperati solo per bambini con statura superiore a 125 cm. I bambini al di sotto di questa altezza devono essere assicurati con i seggiolini provvisti di schienale, poichè come hanno dimostrato i molti test d’urto con i manichini, è fondamentale che sia presente uno schienale che attutisce in maniera migliore gli urti laterali.

Il conducente è ritenuto responsabile della mancata assicurazione sui sistemi di ritenuta dei minori se in auto non è presente un tutore del bambino. In queste circostanze il conducente è tenuto a pagare una sanzione pecuniaria che varia tra i 79,90 euro e i 299,99 euro, con una decurtazione di 5 punti dalla patente. Qualora vi fosse, invece, un tutore, la sanzione verrebbe applicata allo stesso, senza decurtazione dei punti per il conducente, non ritenuto in questo frangente responsabile. È quindi evidente che, soprattutto per garantire la sicurezza ed il confort dei bambini, sia essenziale provvedere al rispetto delle normative vigenti in merito.